Il Programma

SVILUPPARE OPPORTUNITÀ

In coerenza con la strategia “Europa 2020” proposta dalla Commissione Europea, il Programma I.C.O. si pone l’obiettivo di creare nuova occupazione attivando progetti integrati di politiche attive del lavoro, che rendano protagoniste le imprese. La nascita e lo sviluppo di nuove opportunità occupazionali è infatti possibile solo nell’ambito di comparti settoriali che crescono e investono nuove risorse, condizione resa assai critica dall’attuale situazione di crisi.

Il Programma I.C.O. (Interventi Coordinati per l’Occupazione) è stato istituito dalla Regione Autonoma della Sardegna per il tramite Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale e approvato con D.G.R. n.49/17 del 26.11.2013.

In questo quadro l’IN.SAR. - Iniziative Sardegna S.p.A., nell’assolvere alle proprie finalità istituzionali rivolte a supportare l’Amministrazione Regionale nella realizzazione di iniziative nel settore delle politiche attive del lavoro, ha attivato - con il Programma I.C.O., una serie di misure e incentivi per le imprese operanti nei settori Agroalimentare, I.C.T. (Information and Comunication Technology) e Nautico, azioni finalizzate all’assunzione di soggetti disoccupati e inoccupati residenti in Sardegna attraverso il coinvolgimento diretto delle imprese aderenti e con l’utilizzo del S.I.L. (Sistema Informativo del Lavoro) della Regione Sardegna.

UN NUOVO MODO DI COSTRUIRE LAVORO

L’approccio che regola l’intervento è improntato alla creazione di un circolo virtuoso fra politiche di sviluppo locale, politiche dell’occupazione e dell’occupabilità, attuando un sistema di azioni mirate e integrate, attraverso le quali vengono implementate politiche attive per il lavoro, politiche di sostegno al reddito, politiche di incentivazione e politiche della formazione.

Gli elementi di innovazione sono:

  • azioni integrate
  • centralità dell’impresa
  • flessibilità di intervento

 

I NUMERI

Sono 500 le nuove assunzioni previste

283 le aziende coinvolte in tutta la Sardegna, di queste:

  • 148 imprese del settore dell’agroalimentare
  • 112 imprese del settore I.C.T.
  • 23 imprese del settore nautica

LE ASSUNZIONI SONO COSÌ RIPARTITE:

  • 53% nell’ICT
  • 39% nell’agroalimentare
  • 8% nella nautica

9 milioni e 300 mila euro sono le risorse investite complessivamente dalla Regione Sardegna

BONUS:

  • 8 mila euro per gli under 29
  • 10 mila euro per gli over 29

SUSSIDI:

1 milione e 500 mila euro è destinato alle Borse per i lavoratori, erogato durante il PIM (Piano di inserimento mirato)

1 milione e 800 mila euro è il contributo alle imprese destinato alla formazione (P.I.M.).